Mercoledì, 24 Luglio 2024

header_29L’evoluzione della funzione notarile è ormai strettamente legata all’avvento delle nuove tecnologie. Negli anni, una delle migliori intuizioni del notariato, è stata proprio quella della necessità di realizzare una sintesi nel dialogo tra informatici e giuristi.

Rappresentanti delle istituzioni, giuristi, filosofi, accademici, ricercatori e notai ne discuteranno venerdì 29 novembre presso il Consiglio Notarile di Roma in via Flaminia 122 in un Convegno di Studio dal titolo “Rapporti digitali e attività notarile: i problemi coinvolti e le soluzioni emergenti”, organizzato dalla Fondazione Italiana del Notariato con la collaborazione della Commissione informatica del Consiglio Nazionale e il patrocinio di Notartel, società informatica del notariato.

Il convegno tratterà le tematiche inerenti – sia nel campo privato che della Pubblica Amministrazione – la certificazione e la gestione dei documenti informatici, della loro sicurezza e della loro conservazione, in rapporto all’affermarsi delle nuove tecnologie quali la blockchain e dell’intelligenza artificiale con gli smart contract.

Tra le due sessioni dedicate agli interventi tematici, ci sarà lo spazio per una Tavola rotonda, oltre a dibattiti e risposte ai quesiti dei partecipanti.

Tra i relatori Salvatore Barca, Segretario Generale del Ministero dello Sviluppo Economico; Antonella Ciriello, referente informatico della Corte di Cassazione; il filosofo Stefano Pietropaoli; i professori Alberto Gambino, Filippo Donati, Antonino Mazzeo, Antonio Punzi; Marcella Atzori, esperta blockchain del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione Europea; rappresentanti istituzionali e esperti del notariato.

Consulta il programma dettagliato e le modalità di iscrizione