Mercoledì, 24 Luglio 2024

Il testo integrale dei Bilanci Notartel è disponibile sul sito istituzionale del Consiglio Nazionale del Notariato alle pagine dedicate a Notartel www.notariato.it 

ANALISI DELLA SITUAZIONE REDDITUALE

Nel 2013 la società ha conseguito un utile d’esercizio inferiore a quello del 2012. Ciò è dovuto essenzialmente all’andamento della congiuntura economica generale che ha portato ad una contrazione dei ricavi operativi dell’ordine del 8% cui però non ha fatto riscontro una analoga riduzione dei costi esterni operativi. Il risultato è comunque coerente con le previsioni fatte in sede di budget (laddove si ipotizzava una piccola perdita già a livello operativo).
 

ANALISI DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE

Lo stato patrimoniale è sinteticamente aggregato secondo le diverse “aree funzionali” e secondo le differenti componenti finanziarie in modo da consentire un immediata valutazione dei principali indicatori di solidità patrimoniale.
 

INVESTIMENTI EFFETTUATI

Nel 2013 gli investimenti, tra immobilizzazioni immateriali e materiali, sono stati essenzialmente indirizzati a investimenti per il CED della nuova sede, agli investimenti per l’avvio del progetto di rinnovamento totale dei sistemi di posta, al progetto Rete Aste, al progetto nuova R.U.N., all’implementazione del sistema IAM e agli investimenti per la CA.

 
INDICATORI DI SOLIDITÀ PATRIMONIALE

L’analisi di solidità patrimoniale ha lo scopo di rappresentare la capacità della società di mantenere l’equilibrio finanziario nel medio-lungo termine. Detta capacità dipende da un lato dalle modalità di finanziamento degli impieghi a medio lungo termine e dall’altro dalla composizione delle fonti di finanziamento.
Per quanto riguarda il primo aspetto, gli indicatori esposti nella tabella seguente rappresentano la correlazione esistente tra il tempo di recupero degli impieghi (Attività) e il tempo di recupero delle fonti (Passività), evidenziando nel caso la situazione di solidità patrimoniale e di autofinanziamento che ha caratterizzato la società fin dai primi anni di attività come si può anche osservare dall’evoluzione dei mezzi propri nel tempo.

Quanto all’analisi delle fonti di finanziamento e gli indicatori circa la solvibilità dell’azienda, gli indici riportati nelle rispettive tabelle seguenti sottolineano come la società si sia sempre autofinanziata attraverso le attività operative e mai attraverso il ricorso al credito e mantenga un grado di solvibilità significativo in linea con le esigenze derivanti dalle attività previste per il 2012.

 

FLUSSI DI CASSA

La tabella seguente illustra i flussi di cassa generati dalle attività della società e del loro impiego.